Attenzione
Sta utilizzando un browser non attuale che probabilmente non puó essere supportato da questo sito . Si consiglia di utilizzare un browser moderno.

La grappa italiana

Inserito da 02.02.2013 12:24 ora

La grappa deriva dalla distillazione diretta delle vinacce italiane. 

Con la parola vinaccia non viene inteso l´insieme dei raspi, delle bucce degli acini e dei vinaccioli, ma solo le bucce degli acini d´uva. (la parte piú pregiata) Da 100 kg di uva si ricavano piú o meno 9-12 kg di vinaccia.

Per la distillazione i raspi non sono graditi poiché cedono sostanze indesiderate nella grappa, per questo si preferisce sempre distillare vinacce diraspate. 

Le vinacce contengono due componenti volatili che sono l´acqua e l´alcol. L´acqua bolle a 100°C mentre l´alcol a 78,4°C, di conseguenza i vapori creatisi nella distillazione contengono piú alcol della miscela stessa. Importante é tenere un panno umido attorno alla caldaia e acqua fresca nel refrigerante durante il processo. 

L´alambicco piú adatto e piú efficente per la distillazione delle vinacce é l´alambicco a colonna, contenente giá un vaglio in rame dove poter porre le vinacce che cosí non entrano a contatto con l´acqua presente nelle caldaia evitando cosí bruciature varie. Questo alambicco vi permetterá di distillare una volta sola ottenendo una grappa a 50-60°, tutto dipende anche dal fatto se le vinacce sono del tutto sane oppure no.

Possedendo 100 kg di vinaccia e volendola distillare, procedere cosí:

1. collegate il refrigerante alla tubazione dell´acqua e riempitelo 

2. introducete 50 litri di acqua nella caldaia, aggiungete il vaglio e la colonna che riempirete con le vinacce

3. chiudete la colonna con l´elmo e collegato attraverso il collo di cigno al refrigerante  

4. accendete il fuoco e regolate la fiamma di modo che non sia né troppo bassa, né troppo alta 

A questo punto comincerá ad uscire il distillato. Controllate intanto la percentuale con un alcolometro e una provetta di saggio. Quando la gradazione alcolica raggiunge i 50°, separate il distillato fin´ora ottenuto, questa é la testa del distillato. Ora la gradazione alcolica tende a salire ai 60°.

Ad un certo punto incomincerá  a scendere nuovamente. Si continuerá  adistillare fino a quando il distillato raggiunge i 10-15°. La parte raccolta fino ad ora da quando l´alcolometro é sceso sotto i 50° rappresenta la coda.