Attenzione
Sta utilizzando un browser non attuale che probabilmente non puó essere supportato da questo sito . Si consiglia di utilizzare un browser moderno.

Oli essenziali: distillazione per corrente di vapore

Inserito da 04.02.2013 10:07 ora

Per l´estrazione del delicato olio essenziali presente nelle piante si utilizza come metodo migliore la distillazione per corrente di vapore. 

Principalmente un alambicco adatto a questo tipo di distillazione é composto da una caldaia e da uno spazio extra dove poter poggiare le piante di modo che non entrino in contatto con l´acqua della caldaia.  

Quando l´acqua bolle nella caldaia, il vapore acqueo passa attraverso le piante e ne ricava il preziosissimo olio che passa poi per il refrigerante fino ad arrivare nel recipiente adatto per la raccolta dell´olio e dell´idrolato.

Gli alambicchi piú adatti sono l´alambicco a colonna grazie al vaglio giá compreso che separa lo spazio tra la caldaia e la colonna. Riempirete cosí la caldaia con l´acqua e tutto lo spazio della colonna con le piante a vostra scelta, fresche o secche a seconda della pianta. 

Oppure l´alquitara per oli essenziali che ha tre vagli in rame al suo interno e uno spazio intermedio costruito apposta per accogliervi le piante; anche in questo caso si attua la distillazione per corrente di vapore.  

Con un pó di praticitá si puó trasformare qualsiasi alambicco in un apparecchio adatto per la distillazione per corrente di vapore. Potete infatti costruire una cesta con dei fori, ovviamente con le misure della caldaia, porla al suo interno e poggiarvi le piante sopra. Importante: il vapore deve poter passare attraverso le piante per ricavarne poi l´olio che trasporterá fino al refrigerante e fate attenzione che le piante non entrino in contatto diretto con l´acqua. 

Altro punto da tener presente: l´acqua all´interno del refrigerante deve mantenersi sempre fresca per permettere al vapore di condensarsi.