Attenzione
Sta utilizzando un browser non attuale che probabilmente non puó essere supportato da questo sito . Si consiglia di utilizzare un browser moderno.

Le domande piú frequenti (FAQ)

In questa pagina cercheremo di dare una risposta alle domande piú frequenti che ogni giorno ci vengono poste. P

Proporzioni e quantitá di alcol 

Quanto devo riempire la caldaia dell´alambicco? 

Distillando il proprio mosto fatto in casa, dovete riempire la caldaia dell´alambicco solo fino ai 3/4 poiché altrimenti si crea schiuma e il contenuto straborda. Se utilizzate un prodotto antischiuma oppure distillate un semplice liquido (come per esempio il vino) allora potete riempirla tutta. Per ogni caldaia da 10 litri, potete distillare all´incirca 6-8 litri di mosto. 

Quanto distillato ottengo dal mosto?

Principalmente ció dipende dal contenuto alcolico presente nel mosto. Non potete ottenere piú alcol di quello che avevate all´inizio nel mosto. La birra o un mosto semplice rimangono spesso sotto il 5% vol, mentre un mosto zuccherato con l´aggiunta di un lievito rapido puó arrivare ad ottenere una percentuale alcolica fino ai 20%. 

Come base per un calcolo prendiamo il 10%. In 10 litri di mosto sarebbe quindi teoreticamente 100% di alcol. Peró, poiché non distilliamo al 100% e poiché non é possibile distillare tutto l´alcol presente nel mosto, in pratica ne viene fuori meno. Per questo abbassiamo il grado alcolico a circa il 40%. per 10 litri di un mosto al 10% si puó ottenere 2 litri di distillato pronto da bere. 

Spiritosi, distillati, macerati? 

Qual é la differenza tra uno spiritoso e un distillato? 

Per fare un distillato alla frutta, viene fermentata la frutta fresca. Cosí si crea l´aroma fruttato e l´alcol naturalmente. Ponendo questo mosto nella caldaia dell´alambicco e distillando, otterremo un vero e proprio distillato. 

Per fare uno spiritoso, la frutta viene prima macerata nell´alcol neutro (vodka, primaspirit) e dopo distillata. L´alcol quindi non viene prodotto dalla frutta, bensí viene aromatizzato da essa. Spesso basta distillare alcol puro, porre la frutta in un vaglio e distillare per corrente di vapore. Potete provare anche alcune spezie al posto della frutta, come cumino, ginepro, menta etc.